venerdì 29 giugno 2012

il senso delle parole

stamattina ho avuto una splendida idea: dopo essere andata a consegnare i registri in segreteria(il che segna l'inizio ufficiale delle VACANZE),ho detto a mia figlia "andiamo a roma,ti faccio un regalo per la tua promozione".
ieri abbiamo preso la sua scheda e devo dire che è stata proprio bravissima: è migliorata in tutte le materie,dopo un inverno davvero pesante e difficoltoso,per me e per lei.
cmq,siamo partite consapevoli del caldo torrido che avremmo trovato(la mia vecchia Uno non ha il clima)ma volevamo fare una toccata e fuga,già sapendo dove andare e cosa comprare.
CALDO TROPICALE,TRAFFICO INTENSO.
arriviamo a roma e quello che cercavamo non c'è!!!!
MALEDIZIONE.
abbiamo optato quindi per la libreria (non si va al centro commerciale senza far nemmeno una visitina veloce alla libreria!)
uscendo dalla libreria squilla il cellulare...siccome il mio è in riparazione,i numeri sono tutti nel vecchio e quindi non so mai a chi rispondo,da ieri sera...
era O.
tre giorni e mezzo di silenzio.
dice:
"vorrei parlarti,senza litigare,con calma,perché,indipendentemente da come andranno le cose tra noi,io vorrei restare IN BUONI RAPPORTI CON TE."(oh my god)
mi sento a disagio.
"guarda sono a roma,non so quando torno"
"no,ma io non dicevo OGGI!"
(aaaaaah,ecco!!!!)
"ora ci penso"dico,con il tono di voce più incolore che riesco ad inventare..
"va bene,buona giornata..."dice
"ciao"dico
finito.
(SENSO DI NAUSEA,RABBIA MESCOLATA AD UNA GRANDE VOGLIA DI SPACCARE QUALCOSA.)

mi scende una lacrima,che asciugo prontamente : perché?

non ce la farò mai a vederlo e parlare con lui.
non riesco nemmeno ad immaginarmi,a parlare con lui.
il solo pensiero mi fa venire la pelle d'oca.
dopo quel dialogo isterico e inutile,io non credo di aver più niente da dirgli.
però,che non ho più niente da dirgli,dovrei dirglielo.
oppure no?

se le parole hanno un senso,quello che lui ha detto quel giorno ha definito in maniera inequivocabile ciò che pensa di me,anche se dice che io ho capito male.

io credo che non riuscirò mai più a parlare con lui.

Nessun commento:

Posta un commento