lunedì 30 aprile 2012

STOP AI TEST SUGLI ANIMALI

LIPU



la risposta sul forum

questa è la risposta che una iscritta al forum di Riza psicosomatica mi ha dato dopo un mio messaggio in cui descrivevo la mia situazione di "stallo"e di confusione dopo tutto questo tempo(parliamo sempre della stessa,solita storia infinita),e siccome mi è molto piaciuta, e nn potendo stamparla,l'ho copiata qui.
ringrazio ancora clare.


"Bhò. Forse perchè evidentemente non ti vengono a trovare pensieri migliori di quello che riguarda lui e ciò che sarebbe potuto essere; forse perchè tutto sommato crogiolarti nel ricordo e nella speranza è quanto di meno faticoso tu possa sostenere; forse perchè non hai trovato nessun altro capace di coinvolgerti; forse perchè, in fondo in fondo, ti va bene così; forse perchè lui, secondo me, sapendo la tua situazione, sbaglia a risponderti e tenere in vita qualcosa di morto e sepolto; forse perchè sognare non costa niente; forse perchè quel continuare a chiamarlo "l'uomo della mia vita" anche se ti ha lasciata e si è innamorato di un'altra, ti consola chissà per quale oscura ragione; forse perchè mettere in piedi progetti nuovi, che non necessariamente riguardino altre persone, ma solo noi stessi, è spesso un pensiero troppo spossante da sostenere; forse perchè Morelli certe volte dice scemenze; forse perchè se non lo sai tu, per te, come potresti imparare da qualcun altro che, a fronte della stessa sperienza, ha fatto diversamente?

Quando sono stata lasciata da uno che pensavo fosse la mia unica ragione di vita, ho sbattuto la testa ai muri per un pò, poi mi sono data delle regole (tipo non lo cercavo e se lo faceva lui mi negavo). Ed è passata."
__________________

e ancora,piove...

piove:
piccola pioggia noiosa;
e io vado col tempo,
oggi
ho quella malinconia 
vaga e diffusa,
che confonde i pensieri

piove,
e l'odore arriva finqui;
ho strani pensieri
ho nostalgie 
che credevo superate,
e ho quasi paura,
di questa giornata
che mi scaraventa
senza riguardi,
indietro
nel tempo,

e piove....

la taranta di vinicio


domenica 29 aprile 2012

emily dickinson


Le cortesie più piccole
- un fiore o un libro -
piantano sorrisi come semi
che germogliano nel buio.

sabato 28 aprile 2012

strange days

e siccome ieri ho preso un giorno di permesso (prendere le ferie per me è praticamente impossibile)ho a disposizione altri tre giorni di VACANZA ASSOLUTA,dopo averne fatti due.
cmq.
Non so cos'è,forse la stagione meteorologicamente instabile,forse la stanchezza che quest'anno si fa sentire prima del solito,sarà che Alessio mi stressa non poco(vedi post su Alessio,il mio alunno),sarà che cn O.sembrava andare tutto benino,e invece mi sono resa conto che NO,non è l'uomo che fa per me,sarà che la mia crisi di identità sembra non risolversi più,dopo la rottura con S....beh,fatto sta che HO IL MORALE SOTTO LE SCARPE.
poi,
ho accettato l'amicizia di una persona su fb,così...visto che era del paese di origine di mia madre,mi son detta"vabè,che sarà mai..."
poi,ho scoperto che il tipo ha la sua bella età e vive ancora con mamma,e ha una paura fottuta di incontrare persone nuove.
ma cavolo.
TUTTI A ME GLI SCEMI????
uffa,ma quando mi deciderò a cambiare vita e smetterla di cercare negli altri il senso della mia esistenza?
credo sia per questo che sono cronicamente infelice....

domenica 22 aprile 2012

radiohead



la dolcezza,la malinconia,
la voce di Yorke,inconfondibile e particolare,
il pianoforte che sovrasta il tutto,e a volte ammutolisce,
melodie sorprendenti,
e ritmi inusuali...
questa è la musica dei Radiohead.

ricordi


la rosa

Quella mattina andavo di corsa,come al solito.
Arrivai davanti alla serranda chiusa del box,e premetti il pulsante del telecomando per aprire.Mentre lentamente la serranda andava su,posai lo sguardo su quella rosa...bianca,un po' stropicciata,di certo assetata...C
aduta lì per caso?
La guardai per un po' e poi mi chinai a raccoglierla:bellissima,anche se sofferente,una rosa ancora lievemente profumata...appena sbocciata e ora, purtroppo,quasi morente tra le mie dita.
Non poteva essere un fatto accidentale,di sicuro.Tornai a casa,con le forbici tagliai un pezzetto di gambo,e tolsi un paio di petali dal bordo ingiallito.
La misi in un bicchiere di vetro blu:nessuno mai prima mi aveva lasciato un  fiore in strada, in un posto in cui lo avrei certamente trovato...e mi sarei sorpresa,e ne avrei sorriso,intenerita,pensando all'unica persona che poteva aver fatto un gesto così delicato...
La rosa rifiorì,e non mi  sembrava vero:era una rosa fresca,come appena recisa dal suo ramo...di un bianco assoluto,col gambo lucido,verdissimo.
Una rosa per me.
http://2.bp.blogspot.com/_5y8KA8kME4g/SLxntyuskwI/AAAAAAAAABs/YeblLXQMQKo/S740/rosa_bianca.jpg

sabato 21 aprile 2012

alda merini

C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, 
dove rimani senza fiato per quanta emozione provi, 
dove il tempo si ferma e non hai più l’età. 
Quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, 
mentre la mente non smette mai di sognare. 

lunedì 16 aprile 2012

BEFORE SUNRISE

questo per me è un film culto,
e la scena in cui i protagonisti sono entrambi nella cabina ad ascoltare un disco è BELLISSIMA...
molto intenso,sensuale,dentro questo piccolo gioiello ci siamo un po' tutti noi,con i nostri sogni,le nostre illusioni,il bisogno di raccontarsi,di essere ascoltati e di ascoltare,la voglia di innamorarsi,il desiderio che cresce...mentre la vita accade....
un film da vedere.
e da rivedere.

io sono


io sono

io sono la spina che ti fa sanguinare mentre cogli una rosa rossa.
io sono la pioggia furiosa che che percuote gli alberi,senza sosta.
io sono il fiume che corre,gonfio d'acqua,che sta negli argini,ma ancora per poco.
sono un corpo mutato,mutante...
ribellione alle regole:corpo non più sottile come la mia volontà,
ma ingombrante e presente come il mio NO.
io sono la neve...coltre pesante fredda silenziosa...
ti costringo ad affrontare la verità del mio biancore con la mancanza di suoni:devi pensare,se non puoi ascoltare.
io sono la volpe:piccola,veloce,irraggiungibile creatura selvatica...occhi di fuoco e cuore libero.
io sono anche la profondità del mare..lì dove è quasi buio..dove si nasconde il segreto dell'universo,dove convivono mille e mille forme diverse di vita:colori infiniti,infinite meraviglie...
E POI.
non sono  angelo
nè  dea...
non sono  rosa,nè  fiore esotico di opulenta bellezza 
non sono sole,nè tantomeno luna
non sono  grazia,nè delicatezza
non sono  bocca rossa da baciare
nè  sesso invitante da adorare
non sono nettare
non sono terra da fecondare..


sono forse 
un frammento 
di stella,
caduto per caso sulla terra,
dopo aver attraversato 
cieli e galassie,
per arrivare
QUI.

sabato 14 aprile 2012

empty


questo pomeriggio vuoto,
lo voglio dedicare ai miei sogni finiti.
sognati per un po',
e poi abbandonati a se stessi,
nel corso di anni che sembrano vite.
alle amiche perdute.
agli amori passati,
agli uomini che non mi hanno capita.
alle occasioni che non ho colto.
alle tenerezze che non ho saputo dare
ai baci che mi hanno fatto battere il cuore,
e alle carezze subite.
ad abbracci attesi e mai arrivati.
alle amarezze condivise con persone inaspettate.
al mio cuore irrequieto
alla mia anima stropicciata
ai mie occhi di bambina,
dentro cui vive
da sempre
l'ombra leggera
della malinconia.

venerdì 13 aprile 2012

forza e coraggio...

...che dopo aprile viene maggio,diceva mia nonna:chissà se si riferiva all'attesa della bella stagione,oppure alle vacanze...mah...
cmq,qui sembra arrivato l'inverno.
per carità,questo tempo uggioso,freddino e umidiccio,che tanto ricorda il tardo autunno,non mi dispiace,solo che l'andamento ondivago delle condizioni meteorologiche mi sta creando(e non credo solo a me)seri problemi di stabilità fisica e psicologica.
ieri con O.(che fa l'istruttore di nuoto e conosce i bambini almeno quanto me,che faccio la maestra)abbiamo parlato di questo mio problema con Alessio per più di un'ora.
lui mi dice che io sono troppo coinvolta(vero)e lui lo SENTE,e "gioca"con me,portandomi a fare ciò che vuole lui:perdere il controllo.
probabilmente sta usando con me la stessa modalità di comportamento che usa con la madre,ciò a cui è abituato da sempre,forse...
in questo periodo però,a causa di qualche disagio più forte vissuto da lui al di fuori dell'ambiente scolastico,il ragazzino ha deciso di entrare in conflitto con la sottoscritta,o forse non lo ha deciso,ma gli viene spontaneo,visto che io cerco con tutte le mie forze di COMUNICARE CON LUI,ma credo nel modo sbagliato.
devo tornare ad avere autorità,che così facendo ho perduto,e avere più DISTACCO EMOTIVO quando interagisco con lui.
non è facle,perchè lui ha una dote particolare nel farmi perdere le staffe: O.mi dice infatti che così faccio il suo gioco.
devo mantenere la calma e trattarlo come gli altri,magari anche con freddezza,ma senza umiliarlo, se si comporta male.
lui sa perfettamente che qualsiasi cosa faccia,io cmq per lui ci sono sempre e questo non va bene.
so che ha tanti problemi,ma in questo modo sta creando una situazione di stress continuo per me,per lui e per la classe intera.
forse gli ricordo la mamma,chissà...e fa con me ciò che fa con lei,solo che lei lo riempie di botte.
oggi faccio il pomeriggio,e prevedo la solita storia:però oggi dovrò sforzarmi di non perdere la calma ed essere meno coinvolta emotivamente.
SARA'DURA.
DURISSIMA.
vi saprò dire...

mercoledì 11 aprile 2012

ritorno a scuola

giornata faticosissima:sei ore a scuola e l'ansia persistente e pervasiva dei giorni peggiori.
piove da stamattina,e l'umore di tutti è instabile,si sta in bilico tra la crisi isterica e l'apatia-post pasquale.
i bambini sono irrequieti,e se ci mettiamo che non ho resistito e ho mangiato un bel po' di colomba con le gocce di cioccolato portata a scuola proprio per non avere tentazioni,il quadro del disastro è completo.
cioè.
sto cercando di perdere peso,ma oltre al peso a me sembra di star perdendo anche vitalità,anche se qualcuno dice che non dipende dalla dieta.
che poi,NO NON E'UNA DIETA LO GIURO SU CHI VOLETE GUAI A CHIAMARLA DIETA E' SOLO UN REGIME DI ALIMENTAZIONE BILANCIATA.
eccerto.
e cmq,O.è scomparso da due giorni.
sparito,dileguato,svanito nel nulla.
O.sì,ancora lui,ma ancora per poco...
ho perso interesse per questa storia,che non è una storia,ma una cosa che a volte ci si avvicina e a volte invece (concettualmente parlando)è agli antipodi.
basta,chiudo,anche se vedo che lui ci sta un po' più dentro di prima,ma.
ciò che conta è che non ci sto più dentro io.....
pochi giorni fa ha detto,ribadendo un concetto già espresso:se mi dovessi innamorare di te,non cambierebbe niente tra noi.
il che significa che continuerei a vederlo/sentirlo/incontrarlo SOLO QUANDO DECIDE LUI.
è bello così,no?niente aspettative,niente appuntamenti...quello che viene si prende così,al volo...e si è FELICI NELLA PRECARIETA',carpe diem e tutto quel che succede è una sorpresa.WOW!
per carità,c'è molto di GIUSTO in questo non voler chiudere un rapporto dandogli un'etichetta qualsiasi,dei tempi,dei modi...dandogli UNA FORMA,o un nome.
però...
se mi dici:se mi dovessi innamorare di te,vuol dire che ciò non è accaduto e se non è accaduto finora non accadrà più.
forse,meglio così.
(non sei l'uomo che cercavo e questo l'ho sempre saputo,caro O.)
insomma,qui è pieno inverno e oggi gli ho scritto un sms a cui non ho avuto risposta.
sono triste come un salice piangente,e non riesco a strapparmi di dosso questo senso di malinconia profonda,lacerante...PERSISTENTE.
e a chi altro dirlo,se non al mio blog?
mi sento una donna  a metà.
ma questa è tutta un'altra storia.

sabato 7 aprile 2012

piove

piove e domani è pasqua.
no,non è che le due cose siano in relazione,era così per dire che il peggio non è mai morto.
non festeggio praticamente più le feste da quando sono di nuovo single,non ho più nessuno con cui festeggiarle e mia sorella è più "fuori"di me,e mio padre troppo anziano per ammattirsi dietro pranzi,cenoni,etc etc.
piove,e fa pure freddo.
sono andata dall'osteopata,mi ha "manipolato"la ferita del cesareo,facendomi un male cane,dice che ho delle aderenze che mi hanno creato l'abitudine ad uno scorretto movimento del diaframma pelvico.
ecco:questa mi mancava.
ogni tanto ne esce una nuova.
la novità di pasqua.
la sorpresa nell'uovo che non c'è.
S.mi regalava SEMPRE un uovo gigante di cioccolato fondente,e così a mia figlia,però per lei al latte...così per sei anni,senza mai dimenticarsene una.di Pasqua,intendo.
ora ho questa brutta sensazione:
ripenso agli ultimi tempi in cui lui era sfuggente e vago,e non riuscivo a ritrovare nei suoi occhi quello sguardo amorevole e conosciuto...
ERA L'INIZIO DELLA FINE-lui già frequentava altre donne,perseguendo quel piano delirante e assurdo di cancellarmi dalla sua vita scopazzando con le altre.(non molte ,tre o quattro,ma è il CONCETTO  che conta).
bella terapia d'urto.
COMPLIMENTI.
ora,dicevo,ha iniziato a farmi SCHIFO.
S.,intendo.
un bel progresso,se penso che fino ad un mesetto fa ancora piangevo calde lacrime quotidiane sul mio amore perduto.
Piove.
ed è pure pasqua,domani...
è proprio vero che le disgrazie non vengono mai sole.....

venerdì 6 aprile 2012

vieni come sei

Vieni come sei, non indugiare a farti bella.
Se la treccia s'è sciolta dei capelli,
se la scriminatura non è dritta,
se i nastri del corsetto non sono allacciati,
non badarci.
Vieni come sei, non indugiare a farti bella.

Vieni sull'erba con passi veloci.
Se il rossetto si disfà per la rugiada,
se gli anelli che tintinnano ai tuoi piedi
si allentano, se le perle della tua collana
cadono, non badarci.
Vieni sull'erba con passi veloci.
Non vedi le nubi che coprono il cielo?
Stormi di gru si levano in volo
dall'altra riva del fiume
e improvvise raffiche di vento
passano veloci sulla brughiera.
Le greggi spaurite corrono agli ovili.
Non vedi le nubi che coprono il cielo?

Invano accendi la lampada della tua toeletta-
la fiamma vacilla e si spegne nel vento.
Chi può accorgersi che le tue palpebre
non sono state tinte d'ombretto?
I tuoi occhi sono più neri delle nubi.
Invano accendi la lampada della tua toeletta

Vieni come sei, non indugiare a farti bella.
Se la ghirlanda non è stata intrecciata, che importa;
se il braccialetto non è chiuso. lascia fare.
Il cielo è coperto di nuvole - è tardi.
Vieni come sei; non indugiare a farti bella. 



R.Tagore

giovedì 5 aprile 2012

cercare risposte

ha 13 anni,è carina,sensibile,intelligente.
ha una particolare propensione per la scrittura e per le lingue straniere.
sta scrivendo un romanzo fantasy.
è introversa,e vorrebbe essere estroversa.
ha i capelli mossi e li vorrebbe lisci.
ha qualche etto di troppo e vorrebbe essere magra.
insomma,
una tipica ragazzina alle prese con le crisi pre adolescenziali.
però,a volte,quando si sente arrabbiata con se stessa e il mondo intero,si ferisce da sola.
due settimane fa si è fatta un taglio sulla gamba con le forbicette da unghie:quando l'ho visto ho pensato"qui ci vogliono i punti",ma una volta pulita,la ferita era meno grave di quanto sembrasse.
non è la prima volta.
allora ho pensato che magari evitando di lasciarla sola in casa(per andare  a lavorare o a fare la spesa) questo non succederebbe.
e così ieri,prima di andare alla riunione per la programmazione,l'ho portata da mia sorella.
ieri sera quando sono andata a  riprenderla,appena entrate in casa mi ha abbracciata,e io so che quando fa così c'è qualcosa che non torna...
mi guarda e mi fa:ho fatto una cosa ma se te lo dico ti arrabbi.
ma no,rispondo.
ti sei fatta male di nuovo?continuo.
sì.
e dove.
sempre lì,ho tolto la crosta alla ferita.
e la ferita ha ripreso a sanguinare.
ma perchè,mi è sfuggito di dire...MA PERCHE',avrei voluto urlare...ma il perchè forse lo so:SOFFRIRE FISICAMENTE PER NON SENTIRE IL DOLORE DENTRO.
le ho di nuovo disinfettato la ferita sulla gamba:se continua così questa ferita non guarirà mai,ho pensato.
le ho messo una crema.
lei mi ha abbracciato ancora,stringendomi forte...
allora non è un problema di solitudine FISICA,visto che era a casa della zia quando lo ha fatto.
no,non è un problema di solitudine fisica.
a volte mi sento inutile e incapace.
a volte la guardo e vorrei poterla aiutare più di quanto non riesca a fare.
a volte,semplicemente la stringo a me come quando era piccola,e le sussurro:niente dura per sempre,anche tutto questo passerà amore mio,te lo prometto.
e lei mi dice,sì mamma.

lunedì 2 aprile 2012

dimenticami

Vorrei chiederti
almeno una grazia
di andartene lontano
senza ricordarmi.

Al tempo dei tempi,
quando le rive del Gange
erano così vicine
io ero piena di vecchia sapienza.

Poi mi hanno lasciata sola
come qualcosa
 di cui non aver cura
e  ne ho sofferto.

Sono sempre stata giovane
come una ragazza
ma la gente non mi ha tradotto
 in nessuna lingua.

L'unica cosa che posso dire
è che non ho mai pianto
e da tempo ho smesso
di chiedermi il perchè
del mistero della vita.

Mi chiedo come mai la vita
si risveglia ogni mattina
quando io avrei giurato a tutti
che sarei morta ieri sera.

Alda Merini(2008)