venerdì 22 giugno 2012

aspetto qui

ho accompagnato mia figlia alla seduta settimanale di terapia,e dopo un viaggio al limite della follia(40 gradi dentro e fuori la macchina e NO CLIMA)sono qui ad aspettare che esca.
ci sono alberi dovunque,uccellini che si chiamano e trillano da una parte all'altra del grande parco che circonda questa meravigliosa villetta.
sono ferma con gli sportelli aperti(quelli dietro,perchè una volta per tenere aperti quelli davanti ho scaricato la batteria...EH GIA'!!!)vicino ad una grossa siepe di lavanda,il cui profumo arriva ad ondate,col vento,ed è incantevole.
peccato i miliardi di insetti di ogni genere(comprese le zanzare)che popolano questo angolo di paradiso,ma la prossima volta mi porto l'autan.
domani O.va al solito meeting della sua Company,e io sto già pensando a come organizzarmi la domenica,che passerò da sola.
domani passi,ma la domenica,si sa,è un giorno TERRIBILE,se ti senti sola...
ieri sera sono stata da lui,e ogni volta che vado a casa sua,mi stupisco per come io mi senta a mio agio in quella minuscola mansarda linda e ordinata,essenziale,quasi zen.
oggi non lo vedrò,e nè domani nè dopodomani.
è così,non voglio starci male nè angustiarmi per questo.
"portami sempre con te,qui dentro",mi dice,appoggiandomi una mano aperta sul cuore,"io faccio così quando sei lontana".
sì,qui dentro,sempre...


2 commenti:

  1. E' una belissima frase quella chi ti dice: vale la pena di aspettare qualche giorno...
    Quindi ti auguro un "veloce" we
    Ciao

    RispondiElimina
  2. keiko,
    vale la pena di sicuro,anche perchè quando me la dice mi guarda negli occhi,sorridendo...è un'emozione fortissima,è uno di quei momenti in cui sento il legame che ci unisce,al di là di tutto..
    buon w.e. a te.
    CIAO.

    RispondiElimina