martedì 24 luglio 2012

priorità

giovedì ho il controllo dal famoso urologo, specializzato in cistite-vulvodinia-vestibolite.
almeno un mese fa,avevo chiesto ad O. se fosse possibile andarci insieme,visto che l'orario dell'appuntamento (14,30,cioè primo appuntamento del pomeriggio,per evitare di fare file interminabili in sala d'attesa) è per me potenzialmente a rischio collasso,essendo cmq fine luglio.
gli avevo chiesto di accompagnarmi in macchina,per via dell'aria condizionata,per evitarmi il sole a picco delle ore più calde (ma questo non l'ho detto).
mi aveva risposto in modo vago (come sempre fa,quando non può darmi risposte certe al 100%),dicendo che,se fosse stato possibile,SENZ'ALTRO.
non gliene ho parlato più fino a domenica scorsa,quando lui mi ha dato la stessa identica risposta di allora.
forse non ha capito che per me è un problema di "evitare il caldo eccessivo"per prevenire malori (sono ipotesa),e quindi l'ha presa come una "gita" a Roma,che univa l'utile al dilettevole (forse...?)
come dire: mi fai compagnia per quelle due o tre ore che mi servono per andare,fare il controllo e tornare a casa?
cmq,oggi mi dice che siccome starà con i figli da domani fino a giovedì mattina,al 90% torneremo da roma insieme,il che significa che all'andata mi tocca il treno di mezzogiorno meno dieci (e speriamo che sia climatizzato),e dalla stazione Termini 20 minuti di autobus (che non è di certo climatizzato).
sono rimasta male,ma ho sorriso amabilmente,perchè non sono  il tipo che si mette a discutere su queste cose,e poi UBI MAIOR....e qui la priorità sono i figli,certo.
però,mi ha proposto poi (SORPRESONA!)un fine settimana TUTTO PER NOI (cioè come due che VIVONO INSIEME).
devo essere sincera?
'sta cosa mi ha messo un po' di panico...
oddio,non che non mi piaccia l'idea di stare con lui ma 3 giorni sono TRE GIORNI...
sono così abituata ormai a stare da sola che temo si possano creare tensioni: per colpa mia,s'intende...(ma certo che so'proprio strana,eh!)

per il w.e.lungo devo ancora dargli una risposta,ma nel frattempo sto meditando di dirgli che torno col treno giovedì...tanto vale...
POSSIBILE CHE NON RIESCA A DIRE LE COSE COSI'COME STANNO UNA VOLTA NELLA VITA?
ma che idiota...:-(




5 commenti:

  1. come il panico ?????????? ma sei scema ?

    RispondiElimina
  2. per un perverso meccanismo di cui ancora non comprendo appieno le origini,spesso compio atti di auto-sabotaggio:impedirmi di essere felice rinunciando ad occasioni che potrebbero essere BELLE OCCASIONI.
    non lo faccio sempre,ma quando le situazioni sono importanti.
    (questa cosa l'ho capita da poco...)

    RispondiElimina
  3. Ecco , potevo leggere prima...si tratta di cistite, ho dato anche in questo e l'ho vinta poi con l'antibiotico giusto e una dose elevata di strafottina.
    Per il resto...Tu esprimi d alta voce i dubbi e le ansie che abbiamo tutti e lo fai di istinto e mi piace. Lasciati andare, te lo dice una che molto spesso ha fatto come te. Vivi l'attimo.

    RispondiElimina
  4. nicole,ti ringrazio per il commento che mi hai lasciato,sto imparando a dire chiaro e tondo cosa mi sta bene e cosa no,dopo anni di "CHIUSURE".
    e poi devo raccomandarti di andare a dare un'occhiata al link che ti ho scritto qui sotto,perchè la cistite si può e si DEVE curare senza antibiotici,per non rischiare conseguenze davvero gravi(vai a a leggere,e capirai da te)
    la cistite porta infatti a malattie debilitanti e invalidanti non ancora (ri)conosciute da tutti i medici e anche lunghe e difficili da curare;spero che tu non ne debba avere più bisogno ,ma se serve,hai un punto di riferimento serio in questo sito che ti ho indicato.
    un caro saluto,
    stefy


    http://cistite.info/joomla/

    RispondiElimina