venerdì 13 luglio 2012

MENDICARE AMORE


3
052012

mendicante2Nella relazione disfunzionale si instaura un copione che potremmo chiamare la bisognosa e il fuggitivo.Il 99% della popolazione affetta da dipendenza affettiva è donna (D.Miller, 1994), ma ci possono essere spesso inversioni di ruoliLa dipendente affettiva instaura un loop perverso di richieste, pretese, ricerca di affetto che non basta mai. L’Altro si sente inghiottito, inadeguato a soddisfare aspettative che non SA, non può colmare. Inizia la fuga. E l’inseguimento. La dipendente affettiva adotta quindi una serie di strategie per convincere, conquistare, riavere l’Altro e VINCERLO. Poiché di battaglia si tratta. Ognuno cerca di auto affermarsi, di difendere il proprio SE’, se si cede si avverte il rischio di andare in pezzi. Nemmeno l’Altro può cedere, agisce di reazione, può solo dire NO. Lei prova a sedurlo, lo supplica, lo rimprovera, lo insulta, lo fa sentire in colpa per abbandonarla. Lui non regge e si trasforma, per assurdo, in un killer emotivo spietato, anaffettivo, per difendersi, per non essere fagocitato, la sua paura più grande. Attraverso la fuga e la negazione egli agisce il suo bisogno di rifiutare che prevale sul bisogno di amare. Lui non può comprendere, deve salvare se stesso. 
Lei dice: ho bisogno di te. Lui dice: non ti do niente.


Ameya G.Canovi

4 commenti:

  1. "lui non regge e si trasforma,per assurdo,in un killer emotivo spietato,anaffettivo,per difendersi,per non essere fagocitato,LA SUA PAURA PIU'GRANDE"

    "lui non può comprendere,deve salvare se stesso"

    RispondiElimina
  2. Sei pasata da Ameya...
    E'un luogo interessante quello.
    La dinamica descritta è abbatanza comune.

    RispondiElimina
  3. no,francesco non è sempre così,qui viene descritta una modalità che si attua in caso di dipendenza affettiva,cosa più comune di quanto si creda,ma è ovvio che non tutte le situazioni sono uguali!

    RispondiElimina