domenica 4 novembre 2012

domenica

sì,lo so,l'ho già detto:vorrei cancellare la domenica dal calendario.
non l'ho mai detto?
allora lo dico adesso:
ODIO LA DOMENICA.

stamattina ho cercato di occuparmi ripulendo la libreria,che ormai è al limite della sua capacità.
ho raccolto alcuni libri che so non leggerò più e li ho portati alla coop,dove ci sono degli scaffali("se ami un libro abbandonalo")e così ho fatto.

poi,la tragedia vera,però,arriva IL POMERIGGIO.
ho scritto,letto,dormicchiato.

e poi mi sono resa conto che erano ancora le quattro e mezza!!!!
oddio.
e adesso?mi sono detta.

ha chiamato S.per consolarmi,dicendomi che devo piantarla di dire sempre che stare da sola non mi piace:ci devo stare,punto e basta.
grazie per l'empatia,TESORO.

ha chiamato Laura,e ci siamo scambiate un po'di considerazioni sulla nostra avversione comune per il fine settimana...e lamentele sui figli che non sono capaci a fare niente da soli(e la colpa però,è nostra che non glielo abbiamo insegnato!)

insomma,domenica di novembre FINALMENTE quasi finita.
non ne potevo più.
mai avrei creduto di arrivare a dire: meglio andare a lavorare.
UFF.
qui bisognerà inventarsi qualcosa...l'inverno è lungo...

3 commenti:

  1. "doman tristezza e noia recheran l'ore,
    ed al travaglio usato
    ognuno in suo pensier farà ritorno"
    Anche Leopardi, come tutti noi, sentiva il peso della domenica!
    Antonella

    RispondiElimina
  2. grazie antonella per avermi lasciato questi bellissimi versi...ora mi sento in buona compagnia! :-)

    RispondiElimina
  3. Anche io odio la domenica.
    Comincio a star male già da sabato.
    Credevo di appartenere ad una specie unica ed invece.....
    Coraggio: è già lunedì!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina