giovedì 1 marzo 2012

ti prendo e ti porto via

vorrei prenderti e portarti via,oggi,e andare con te al mare e starti appiccicata tutto il giorno e respirarti e accarezzarti la pelle ,i capelli,baciarti la bocca e la fronte,e sorridere al sole,sorridere a te,che mi guardi con quella faccia buffa,indeciso se scoppiare a ridere oppure parlare(perchè parli parli parli tanto pure tu,eh!)
vorrei stare con te senza limiti di tempo almeno per un giorno e farti vedere chi sono davvero,anzi.FARTELO SENTIRE,con il cuore,con la pelle,con i respiri sospirati sulle labbra...
farti l'amore,e tu che semplicemente mi accogli ad occhi chiusi,affidandoti,fidandoti,regalandomi la tua dolcezza infinita,la tua tenerezza d'uomo vero....
ti prendo e ti porto via con me,qualche giorno e anche se hai da fare non sentirò ragioni, perchè le ragioni del cuore hanno diritto di precedenza su tutto,lavoro compreso.
ti porto via,tesoro forse ormai perduto per sempre,solo per un'ora e ti lascerò stupito per quello che riuscirò a dirti,senza dire una parola.
perduto,forse ormai per sempre,e non ci sono lacrime che bastino a sciogliere questo dolore primitivo,viscerale,NATURALE,di chi è consapevole di aver bruciato,con un solo gesto,un'occasione meravigliosa e preziosa che non tornerà mai più.
tu lo sai,vero,che io ti sento così tanto da sempre,così tanto da non riuscire a capire...
ma purtroppo la mia vita fatta di abbandoni e tradimenti mi ha resa fragile e allo stesso tempo CHIUSA,come  dentro una torre senza porte,senza finestre..
ma tu sei arrivato finqui per questo,e io lo so.
spero che tu torni da me,per poter fare un pezzo di strada con te.


Nessun commento:

Posta un commento