lunedì 12 marzo 2012

mollo tutto

mollo tutto.
il programma di nutrizione bilanciata, le vitamine e i sali minerali,la tisana calda la mattina(bleah)e il frullato al cacao(yum!) che sostituisce il pasto,in questo caso la colazione.
mollo tutto,anche l'idea di diventare un filino più magra e potermi permettere di nuovo i jeans,quelli neri,che adoro ma che mi stanno uno schifo adesso.
mollo tutto,perchè 'sta cosa l'ho iniziata con O.che era(o doveva essere)il mio personal coach,quello che mi motivava nei momenti di sconforto,quello che mi dava consigli e suggeriva trucchi per ingannare lo stomaco,e la fame...
MOLLO TUTTO PERCHE' ANCHE QUESTO MI RICORDA LUI E NON CI VOGLIO PIU'PENSARE A QUELLA SPECIE DI IGNOBILE INDIVIDUO CHE SEMBRAVA UN DONO DEL CIELO E INVECE ERA UNA SERPE IN SENO.

lo so,anche questo è un auto sabotaggio,sport insolito in cui sono campionessa mondiale,anzi INTERGALATTICA.
non si può capire cosa scatta dentro la testa di una donna non più giovane a cui non mancano(per fortuna)le cose fondamentali : figlia,lavoro,casa,salute...
già,ma dove lo mettiamo il carico di stress che si accumula mandando avanti da sola tutto l'ambaradan,nel bene e nel male,e certo che sono stata io a voler la bicicletta,ma a quel tempo c'era anche qualcuno che mi prometteva la luna,se mi fossi separata,e invece poi mi ha mollata nel modo peggiore...il modo peggiore...
sono traumi,traumi profondi,e io ho rischiato di perdere il lume della ragione,in quel periodo di due anni fa.
oggi ne parlo senza cadere nella disperazione ma non è che ho superato davvero del tutto,e chi mi conosce lo sa bene.
ma,mi chiedo:visto che niente dura per sempre,quando finirà questo lungo periodo nero,
quando finirà la notte?

8 commenti:

  1. io so solo che le donne magre sono tristi, poi fai tu.....

    RispondiElimina
  2. La notte finirà esattamente quando tu deciderai di averne avuto abbastanza e cambierai rotta.
    Quando deciderai che il dolore ti sta stretto e ti accorgerai che cominciare la giornata con un sorriso, alla lunga, è contagioso.
    Quando la smetterai di crogiolarti nella sofferenza e te la scrollerai di dosso.
    Quando smetterai di mettere la ricerca della felicità al primo posto delle tue priorità e la sostituirai con una molto più abbordabile serenità.
    Quando comincerai a contare ed apprezzare le cose che hai, invece di cercare o rimpiangere quelle che ti mancano.
    Parlo per esperienza diretta. Si avverte?
    Lamps.
    Aluya
    http://aluyaa.wordpress.com (col mio account wordpress non riesco a pubblicare il commento)

    RispondiElimina
  3. @francesco:non voglio diventare magra,solo perdere qualche etto per piacermi di più...
    grazie per i tuoi commenti quotidiani,mi fa piacere che tu segua i miei scritti...

    @aluya:sì,è tutto giusto,tutto vero...sto aspettando che la vita prenda il sopravvento su tutta questa tristezza e mi riporti a godere di ciò che ho,che non è poco...ma nonostante io mi dica queste cose tutti i giorni,sono ancora qui a cercare ragioni per alzarmi dal letto ogni mattina...
    sì,passerà quando deciderò che sono stanca di star male:speriamo presto...ma è una questione di volontà?perchè certe volte mi colpevolizzo anche per non metterci abbastanza determinazione NEL VOLER STAR BENE...
    grazie,aluya per esserti fermata qui da me e per le tue parole.

    RispondiElimina
  4. A me nn pare cosa sana smettere di fare qualcosa di buoo per se stessi xke' ti ricorda una persona di merda.Vuoi dimagrire sul serio?fallo x te,fallo da sola,nessuno ti puo' o ti deve aiutare se nn sei in grado di farlo cn le tue forze.
    Una canzone degli U2 canta che una donna ha bisogno di un uomo quanto un pesce di una bicicletta.
    Pensaci...
    Ciao,claudia

    RispondiElimina
  5. Secondo me ha ragione Mdbs, devi prendere in mano la tua vita per te stessa, non vale la pena stare così male per nessuno (anzi si, forse solo per un figlio). Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. > c'era anche qualcuno che mi prometteva la luna,
    > se mi fossi separata,e invece poi mi ha mollata nel modo peggiore

    Questo è un punto critico nella vita di molte persone.
    Intraprendere scelte importanti PER qualcun'altro.
    E' sempre molto importante e benefico capire quanto ciascuno di noi è autonomamente motivato su una decisione, a maggior ragione se importante.
    In questo caso una domanda da porsi potrebbe essere: se il/la mi* amante dovesse lasciarmi dopo che mi sono separat*, continuerei il processo di separazione?
    Mi separo perché ritengo che a prescindere da altri non ci siano più le condizioni per continare o sto considerando che lo ritengo a bilancio positivo solo se l'amante continuerà a stare con me?

    Tutto ciò a parte ti auguro di poterti rendere conto che pedalare da sola con le proprie gambe sulla bici, anche se faticoso, è una grande soddisfazione e un toccasana per l'autostima che aumenta e si rafforza superando le difficoltà.

    RispondiElimina
  7. UnUomo.InCammino:
    mi sarei separata cmq,erano anni che vivevo dentro un matrimonio sbagliato ed erano anni che IO parlavo di separazione(mentre mio marito faceva lo struzzo).
    è vero:pedalare da sola con le proprie gambe sulla bici è una grande soddisfazione,e ho imparato cose che mai avrei immaginato di poter imparare (a fare,e non solo)...
    sono autonoma,indipendente,mi sono riappropriata della mia vita,e ora non devo più aver paura di dire la mia,anche se ancora oggi,a volte,nelle discussioni con mio marito,succede che la sua rabbia ancora riaffiora,e lui cerca di umiliarmi.
    non mi fa più effetto,però,mi dico:CHE FATICA ESSERE LIBERE...
    certi giorni penso di aver sbagliato tutto,certi giorni mi dico che ho tentato con tutte le mie forze di salvare un matrimonio ormai in coma irreversibile,senza riuscirci e quindi ho la coscienza a posto.
    riguardo l'autostima devo ammettere,ahimè,che non è migliorata più di tanto,sarà una cosa genetica,una specie di tara ereditaria e incurabile...
    l'amante se ne è andato proprio nel momento in cui TUTTO DIVENTAVA POSSIBILE,pare sia cosa comune:mi dicono che gli uomini fanno spesso così.

    RispondiElimina