venerdì 9 marzo 2012

in macchina

quando accompagno mia figlia dalla psicologa(una volta alla settimana),resto fuori in macchina ad aspettare...ora che si avvicina la primavera riparto da qui ancora con la luce,per me che porto gli occhiali,non è cosa di poco conto.
mi sono attrezzata anche con una copertina di pile,che adesso credo non mi servirà più,o almeno lo spero...
prima leggevo,durante quest'ora di attesa,ma poi avevo difficoltà ad affrontare le luci delle auto sulla strada,e così ho smesso..sono in un posto bellissimo:una villa immersa nel verse,con la campagna davanti,tutta rosa e marrone,con il portico di legno e il vialetto e il cancello...
stando qui mi sono inventata di tutto nei mesi passati:sentire musica con l'mp4 di mia figlia,dormire(giuro),vedere film sul pc..
oggi scrivo,per la prima volta:ieri sera O.è venuto a portarmi i prodotti di cui avevo bisogno per il mio "programma di alimentazione bilanciata"(guai a chiamarla dieta...)e ha fatto in modo da beccarmi quando uscivo da scuola...credo fosse voluta,la cosa.
insomma,ero molto nervosa,e gli ho aperto la porta,e lui era lì,come ai bei tempi,e ho tentato un sorriso a fatica,ed è entrato.
mi ha dato quello che aspettavo,gli ho dato i soldi,e sembrava cercasse un pretesto per restare ancora due minuti,mentre io senza quasi guardarlo levavo di mezzo la busta col logo della famosa H.e speravo se ne andasse presto.
vedevo che si rigirava i soldi tra le mani e allora gli ho chiesto se erano giusti...
lui mi ha guardata un attimo come se non capisse,poi ha detto:Sì sì,sorridendo.
andiamo verso la porta,vedo che indugia,forse si aspetta un "come stai"oppure un accenno di conversazione che io non ho nessuna intenzione di intavolare.
apro la porta,lui esce e dice:comunque ricordati che io ci sono e se ti va di parlare,chiama.
e io rispondo sì sì,senza guardarlo.
CIAO.
CIAO.
chiudo la porta e sono tesa come una corda di violino.
perchè?
non so...forse non è poi così semplice cancellare una persona dal cuore e dalla mente solo perchè questa persona ci ha fatto del male...spero involontariamente,ma un uomo adulto certe leggerezze non se le può permettere.
NO,NON SE LE PUO'PERMETTERE PROPRIO.
non lo cercherò più,
non si tratta così una donna che ti ha regalato fiducia e calore e baci e.
che malinconia...............................................................................................*_*

4 commenti:

  1. non si tratta così una donna, infatti

    RispondiElimina
  2. Davvero, che malinconia..
    bello leggere mentre si aspetta qualcuno, ormai sono diventata esperta in questo.

    RispondiElimina
  3. Conosco persone che le donne le trattano peggio credimi...in ogni caso esiste sempre la parola NO,io gia' gli avrei chiuso la porta sullafaccia.
    Certe persone vivono del proprio ego,convinte di essere giuste intonse all.altezza della situazione,autorizzate a giudicare cm un dio pantocratore e nn si rendono conto di essere solo delle piccole piattole da rimuovere cn le pinzette e gettare via nello sciacquone del water.
    Prova la ducan,si dimagrisce di 10kg a botta:-)

    RispondiElimina
  4. mdbs,come mai non riesco ad accedere al tuo blog?

    grazie francesco per la solidarietà,

    maude,che malinconia,sì...

    RispondiElimina