lunedì 16 aprile 2012

io sono


io sono

io sono la spina che ti fa sanguinare mentre cogli una rosa rossa.
io sono la pioggia furiosa che che percuote gli alberi,senza sosta.
io sono il fiume che corre,gonfio d'acqua,che sta negli argini,ma ancora per poco.
sono un corpo mutato,mutante...
ribellione alle regole:corpo non più sottile come la mia volontà,
ma ingombrante e presente come il mio NO.
io sono la neve...coltre pesante fredda silenziosa...
ti costringo ad affrontare la verità del mio biancore con la mancanza di suoni:devi pensare,se non puoi ascoltare.
io sono la volpe:piccola,veloce,irraggiungibile creatura selvatica...occhi di fuoco e cuore libero.
io sono anche la profondità del mare..lì dove è quasi buio..dove si nasconde il segreto dell'universo,dove convivono mille e mille forme diverse di vita:colori infiniti,infinite meraviglie...
E POI.
non sono  angelo
nè  dea...
non sono  rosa,nè  fiore esotico di opulenta bellezza 
non sono sole,nè tantomeno luna
non sono  grazia,nè delicatezza
non sono  bocca rossa da baciare
nè  sesso invitante da adorare
non sono nettare
non sono terra da fecondare..


sono forse 
un frammento 
di stella,
caduto per caso sulla terra,
dopo aver attraversato 
cieli e galassie,
per arrivare
QUI.

Nessun commento:

Posta un commento