sabato 22 agosto 2015

NICO



eccolo il piccoletto recuperato da me e da mia figlia tre giorni fa.
dopo aver saputo da Brunella (volontaria che gestisce un rifugio non lontano da dove vivo io) che su Fb c'era un post in cui si segnalava il recupero da parte di un autista dell'atac di questo sorcetto che si trovava SUI BINARI DEL TRENO, nella stazione del mio paese, siamo andate a cercarlo.
dopo vari tentativi, abbiamo sentito un miagolio fortissimo...era il piccolo, in cima ad una scala di ferro, vicino al magazzino merci della Coop.
l' ho preso senza difficoltá (gatto di casa...) e l' ho messo nel trasportino, dove ( non essendo evidentemente abituato) ha iniziato a strillare come un disperato!!!
portato a casa, l' ho pulito, gli ho dato da mangiare, gli ho proposto la lettiera che lui ha (ovviamente) snobbato, intento com'era ad ispezionare la mia stanza da bagno, e a fare fusa tutto spian ogni volta che lo sfioravo o lo prendevo in mano.
poi, subito dal vet.
gli avevo scoperto una profonda ferita all'interno della zampa posteriore...si vedeva la pelle viva sotto per almeno 2/3 cm.
la vet lo ha visitato, gli ha pulito le orecchie, ha auscultato il cuore (difficile con un microbo che fa le fusa senza smettere mai!), gli ha fatto un'iniezione di antibiotico.
ha prescritto altro antibiotico e cicatrene sulla ferita, e felex per i vermi (per chi non lo sapesse tutti i gatti vanno sverminati, specie quelli trovati per strada)
sentita Brunella (che vive a Gerano, almeno 40 km da dove vivo io) ci siamo accordate per "incontrarci a metá strada", e dopo essere passata in farmacia per le medicine, siamo partiti: io, mia figlia e il piccoletto.
dopo un po' si é addormentato nel trasportino.
pancia piena, ferita disinfettata, presenza umana vicinissima...era tranquillo come un angioletto!
arriviamo a Bellegra e ci fermiamo senza neanche sapere dove...(mai stata a Bellegra prima)
Brunella arriva dopo un quarto d'ora, durante il quale io e mia figlia approfittiamo per fare foto allo splendore che vedete qui sopra...
lui é un frugoletto vivacissimo, affettuoso e continua a fare le fusa SEMPRE.

mi rifiuto di tenerlo in braccio.
mi ricorda troppo il mio perduto Chicco, e cosí scatto foto e lo guardo da lontano...

Brunella lo prende per la collottola e lo mette nel suo trasportino, e lui ricomincia a strillare...
devo andare via da qui, penso, mentre il sorcetto miagola a squarciagola...
CI SENTIAMO, GRAZIE MILLE, dico a Brunella che risale in macchina dopo aver sistemato il piccolo sul sedile posteriore.

risaliamo in auto.
faccio manovra e torno indietro, e mi accorgo che (accidenti) mi scende una lacrima silenziosa.
speriamo che trovi presto una mamma speciale...
il nostro sorcetto urlatore.

MA COME SI FA A RESISTERE A QUESTO FACCINO E A QUESTI OCCHI?

dopo questa "avventura" durata poche ore, mi sono sentita una persona migliore.
mi sono detta che avevo contribuito a salvare quella creatura da morte certa...cani , oppure automobili...
E ANCHE SE SENTIVO GIA' NOSTALGIA PER QUEL FRUGOLETTO GRIGIO DAGLI OCCHI VISPI, HO SOSPIRATO DI SOLLIEVO...
LUI E' SALVO E A L SICURO.
questo é l'importante.

Nessun commento:

Posta un commento