sabato 11 febbraio 2012

nevica,e allora?

la mia vita continua faticosamente arrancando dentro a giorni tutti uguali,neve o non neve,ogni giorno piango,non sempre alla stessa ora,a volte la mattina appena messi i piedi per terra,a volte la sera davanti ai fornelli,a volte quando sono a scuola,magari sto parlando di qlc di EMOZIONALMENTE coinvolgente,ed ecco lì che mi si inumidiscono gli occhi..è anche un problema con le lenti a contatto,che però per ora metto poco...
ieri LUI mi ha scritto che devo smettere di ROMPERE I C*******I,perchè lui ha una donna nuova,una casa nuova e io non c'entro proprio più niente.
lo so...
lo so,accidenti,ma come un'idiota gli avevo scritto per sentirlo due minuti,perchè mi prendono quelle nostalgie disperanti e disperate,e non riesco ancora a trovare la forza di impedirmi di fare quel numero di cellulare..
ma il problema sarà presto risolto:gli avevo chiesto io di cambiare numero,così che non lo potessi più rintracciare in nessun modo e quindi piantarla con questa tragedia ridicola che ormai dura da due anni buoni.
poi ci ho ripensato,e gli avevo detto"lasciamo fare al tempo,sapere di averti perso TOTALMENTE  e non poterti nemmeno chiamare una volta l'anno per farti gli auguri di natale,mi DESTABILIZZA"(se mai fosse possibile farsi destabilizzare più di così..).
infine,dopo un sms rabbioso e cattivo,ieri mi comunica che si sbrigherà a cambiare questa scheda,così da non avere più le seccature di cui sopra.
ha ragione.
ha ragione?
anyway,io sono ancora qui a strodirmi di domande e risposte,ripetendomi che devo smettere di pensare .
SMETTERE DI PENSARE, e lasciarmi portare dal flusso della vita che scorre accettando tutto,cose belle(ma dove?)e cose brutte(appunto...),
e ancora non riesco a mettere la parola FINE  a questo strazio...

Nessun commento:

Posta un commento