domenica 16 settembre 2012

disincanto

la notte appartiene a chi si ama,
e questa notte appena andata,
ci ha accolti,sorpresi,
e storditi.

ma poi la luce del mattino,
lava via senza riguardi
la tenerezza struggente,
il desiderio
infinito e dilagante
di nascondersi
e fondersi,
con la pelle dell'altro...

quasi si dimentica
l'intimità vissuta...


una domenica come le altre
e come le altre,
in solitudine...
e i ricordi diventano
un'ancora...
o una zavorra.

non so 
quando
come
accadrà che
potrò riaverti accanto...

e questo 
mi lascia un senso di precarietà,
di malinconica accettazione,
che mi disturba.

ed è ancora domenica...................................................

2 commenti:

  1. Credo di essere nata disincantata.
    Non mi stupisce più nulla.
    P.S.
    Bentornata:))

    RispondiElimina
  2. cara keiko,anche io sono ormai disillusa e disincantata..a me è successo a poco a poco,vivendo,sbagliando,e aspettando ciò che non poteva accadere...
    grazie keiko *_*

    RispondiElimina