martedì 6 agosto 2013

cosa vuol dire NORMALE

ritorno,in questa estate torrida,straniante,estranea,a sporcare di parole questo spazio virtuale.

cosa vorrei dire.
a F.,che è sparito da un giorno all'altro dopo essersi reso conto che una storia,con me,sarebbe stata (per lui) SOLO COMPLICAZIONI,vorrei dire che mi fa schifo.

che le persone si trattano con delicatezza,con rispetto,specie quelle che hanno sofferto tanto,e che soffrono ancora,per motivi diversi...

che la sensibilità è una dote meravigliosa,e che l'empatia aiuta a diventare esseri umani migliori.

che far del male è facile,lo sanno fare tutti...far sorridere e gioire qualcuno invece,anche solo con una carezza SENTITA,è molto più difficile,specie per chi segue logiche non dettate dal cuore,dall'anima.

cosa voleva questo qui,da me?
oh,non è difficile da capire,ora che ci penso...


"IO NON SONO UNA DONNA NORMALE" è il mio mantra,che significa questo:
"ho dei problemi di salute che penalizzano pesantemente la mia via,ma la medicina non li riconosce come MALATTIA,e quindi cosa vado a spiegare,io,alle persone,quando mi chiedono: "ma esattamente,cos'hai?"

non ne ho più voglia.
tanto non capiscono.
il ginecologo di grido si è preso 150 euro per visitarmi e prescrivermi estrogeni per 3 mesi.
ESTROGENI?
ma perchè?

il mio problema non è la menopausa,ma ALTRO.
se non ne sai niente,è inutile che ci giriamo intorno.
150 euro per prescrivermi estrogeni...erano capaci tutti!

ora,a dire il vero,sospiro di sollievo.
il tizio che la prima volta si è presentato con un bouquet di orchidee (l'unico a non arrivare a mani vuote...)oggi è già scomparso dalla mia vita,dopo 4 incontri.
alla mia età si diventa esigenti,anche un po' intolleranti.
e quindi,va bene così.


Nessun commento:

Posta un commento