martedì 27 agosto 2013

ALESSANDRO MAZZA'

Dormire tenersi guardarsi sapersi
smettere e non smettere
stare zitti lontani invisibili
esistere confondere
essere la goccia di dolore che scende e sale
guarisce dove ferisce
volare insieme sulle ali
dell’impossibile quiete
pensarne tantissimi dirne solo pochi
pensare che tutti i modi che sappiamo
li immaginiamo con noi

Nessun commento:

Posta un commento