venerdì 17 maggio 2013

la pioggia e la rosa rossa

Ieri pioveva quando ho aperto gli occhi.
Subito il pensiero è andato a quel mucchietto di terra smossa,alla rosa rossa che punta verso le fronde dell'albero che sovrasta il pezzetto di terreno,come per proteggerlo.
Ho pensato che la pioggia avrebbe bagnato tutto,penetrando nella terra,e anche il lenzuolino bianco dentro il quale dorme Chicco,e così anche il suo piccolo corpo magro...
Tamara,che mi è stata vicina nei momenti peggiori,e mi ha sempre detto parole bellissime e di conforto,e mi ha dato coraggio,pur non conoscendomi che attraverso dei messaggi,mi ha scritto che la pioggia di questi giorni lava tutti i brutti ricordi,e fa tornare lucido e bello il pelo rosso del mio micio.
Di stare serena,se posso,perchè lui sarà accanto a me per sempre,così come succede per le persone: finchè le ricordiamo,esse non muoiono mai veramente.
In alcuni momenti questo mi consola,in altri no.
Ho molte foto del mio gatto,ma in questo momento non riesco nemmeno a guardarle.
C'è chi mi consiglia di prendere un altro gatto,subito.
Chi mi dice "mai più gatti,vedi come si soffre?"

Anche oggi piove,cerco di allontanare i ricordi ma so bene che non è questo il modo...nel dolore bisogna passarci attraverso,per superarlo,e andare oltre.
La mia strada è ancora lunga...

2 commenti:

  1. Cara amica, il mio Tigrì riposa nel nostro giardino, sotto il maggiociondolo. La sua tomba è stata ricoperta fino a pochi giorni fa di un tappeto di margheritine; ora è l'erba che abbraccia le due figure di gatti che mio marito ha creato con dei sassi tondi di fiume. E' sempre lì accanto a noi, ma se non lo fosse sarebbe comunque nel nostro cuore. Consolati e se non ti crea problemi, prendi un altro micio, magari al gattile, così sarai sicura di fare anche un'opera buona.
    Anch'io seppellii Tigrì in un lenzuolino e prima di ricoprirlo di terra gettai una rosa rossa sul suo corpicino. Io, mio marito e mio figlio (che ha 30 anni!) piangevamo come vitelli!
    Ora, quando pensiamo a lui, non piangiamo più, proviamo solo sconforto, ma il grande dolore se n'è andato perché lui ha vissuto una vita veramente felice, da "signor gatto".
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  2. Cara Lella,grazie di cuore per queste tue parole...quanto tempo fa è successo?quanto ci vuole perchè il grande dolore si attenui un po'?
    Anche il mio Chicco ha vissuto una vita da "signor gatto",ma troppo breve,solo 5 anni!
    Ho molti ricordi bellissimi di lui,ma in questo momento,anche quelli fanno male.
    Spero di riuscire un giorno a pensarlo senza la disperazione che sento oggi...
    Un abbraccio anche a te,
    S.

    RispondiElimina